www.palangaro.com

Pubblicità

Newsletter

Il Palangaro, detto anche Palamito o Coffa è costituito da una lenza madre con diversi braccioli armati, equidistanti tra loro.

La lenza può essere posata sul fondo (Palamito a fondo) o mantenuta alla profondità voluta (Palamito a galla) per mezzo di due "pedagni", uno a ciascun capo della lenza, costituiti da un galleggiante collegato tramite un cordino chiamato "caluma" ad un peso chiamato "mazzera" che ha il compito di ancorare l'attrezzo.
Lungo il cordino scorre un anello per il fissaggio della lenza.
Il numero massimo di ami in acqua consentito per la pesca sportiva è di 200 per imbarcazione, indipendentemente dal numero di pescatori e dal tipo di attrezzo.
Paragonati alle Coffe professionali 200 ami possono sembrare pochi ma, in realtà, a volte, sono anche troppi, in quanto richiedono una notevole pratica, molta manutenzione e attrezzature ingombranti.
La distanza tra un bracciolo l'altro, unito al numero di ami, determina la lunghezza totale del palamito ed è scelta in base al tratto di mare più o meno esteso che si intende coprire.
Per avere un ordine di grandezza si consideri che, se il pesce è abbastanza concentrato, la misura minima della distanza tra due braccioli che consente facili manovre è intorno a 4 m ( che per alcuni tipi di pesca possono arrivare a 10 m), cioe' quattro braccia, il che, per 200 ami, porta ad una lunghezza della lenza madre di circa 1000 mt ( 800 mt armati e 200 mt liberi).
Nella scelta del numero di ami e della loro distanza oltre a considerazioni relative alla praticita' della Coffa occorre tenere conto del tipo di pesca che si vuole effettuare e delle abitudini del pesce.
In generale occorre tenere gli ami piu' ravvicinati se si insidiano speci con comportamento gregario, ad esempio Fraolini,Tonnetti,Scombri ecc., che generalmente si trovano raggruppati entro distanze non eccessive.
Al contrario per impieghi su alti fondali e con pesce piu' sparpagliato si utilizzano braccioli piu' distanziati, fino a spaziature tra i braccioli dell'ordine di 10 mt.Quindi utilizzando 200 ami si ha una lunghezza del trave di oltre 2000 mt che richiede notevole impegno e confidenza con l'attrezzo per svolgere correttamente le operazioni di cala e salpata.
In questi casi, sia per avere una maggiore maneggevolezza che per coprire un maggiore tratto di mare, conviene suddividere i 200 ami in piu' Palamiti ( quattro o cinque, rispettivamente da 50 o 40 ami) da calare e salpare in successione.
La Coffa puo' essere classificata in base all'impiego, cioe' in base al tipo di pesce che si intende insidiare, o in base al posizionamento cioe' a galla, a fondo o a mezzofondo.
In base all'impiego distingueremo tre tipi : 

La classificazione e' basata sulle dimensioni medie dei vari tipi di pesce nei nostri mari da cui consegue il dimensionamento del Palamito ( sezione delle lenze, ami,cime di ancoraggio).
Naturalmente puo' succedere che si allami l'esemplare di taglia e che la struttura della Coffa sia inadeguata, quindi la sua deficenza dovra' essere compensata dalla capacita' del pescatore, cosa che portroppo, per la scarsita' delle prede di taglia, capita sempre piu' di rado.
Nella tabella sottostante sono riportate le principali caratteristiche di ciascun tipo di Coffa in base all'impegio ed al tipo di pesce a cui e' destinata.
Sono, comunque, indicazioni che possono servire come suggerimenti di massima da adattare alle proprie necessita' specifiche.
Le misure dei diametri delle lenze e degli ami sono indicate, per ciascun tipo, come intervallo da .. a .. , quella piu' idonea sara' scelta in base alla taglia dei pesci che ci si aspetta di incontrare, tenedo conto che piu' le lenze sono sottili piu' il Palamito è catturante ma, ovviamente, meno resistente.Inoltre, per la lenza madre, ove possibile, coviene utilizzare il cordino che offre una ottima tenuta dei braccioli e una presa migliore durante la salpata.
Per qanto riguarda gli ami le misure suggerite sono adatte per esche consistenti quali Sarde, Seppie, Calamari.Per i tipi di dimensioni minori (occhio di canna,cannelli) la misura degli ami deve essere ridotta in proporzione.
Per ottenere una Coffa di impiego generale conviene alternare gli ami in modo da utilizzare contemporaneamente esche di diversa grandezza.


HOMEHOME

Carrello  

(vuoto)
Pubblicità